Bentornata primavera!

Articolo scritto per il mensile Vivere sostenibile, pubblicato nel numero di aprile 2015- 

Il fervore che la Natura sprigiona in questo periodo è frizzante e contagioso! Tutto intorno a noi è un’esplosione di colori, di profumi, di forme.. sentiamo forte la necessità di stare all’aria aperta; dopo un inverno un po’ bislacco, esporre i nostri corpi al calore del sole e al frizzico dell’aria è salutare. Madre Natura ha pensato a tutto e la terra si ricopre di erbette spontanee che usate nella maniera giusta possono divenire un aiuto.

Desidero portarvi per prati e per boschi a salutare le primule, le viole, la senape,la malva, la rumex, la piantaggine, l’ortica, che ora son carichi di vitalità e son ricoperti chi di gemme, chi di un bellissimo manto verde brillante, chi di fiori dai colori sgargianti.

La Natura si dona in tutta la sua bellezza e il suo splendore coi suoi “Semplici” per aiutarci ad affrontare al meglio il nostro quotidiano. Senza di loro non avremmo aria, né acqua, né fuoco, né terra.. ce lo insegnavano a scuola da bimbi, ma crescendo lo abbiamo dimenticato! Mi hanno insegnato tanto, e io ora lo trasmetto a voi attraverso ciò che sono. Il progetto “I Semplici: carezze di Madre Terra”,  ha preso forma. Il tour di conferenze che mi ha portato in giro a conoscere tante belle persone ha creato un bel disegno. Abbiamo parlato di Madre Natura, delle sue meravigliose erbe e di cibo, e dell’importanza di portare armonia e BenEssere nelle nostre vite con semplicità. Chi mai poteva venirci in aiuto velocemente se non gli amici ”Semplici”?

Le difficoltà del quotidiano spesso sono collegate a uno stile di vita che con piccole virate può essere corretto e tanti piccoli disturbi possono dissolversi con l’aiuto di un cibo mantenuto nella sua semplicità o con una bevanda a base di erbe. Durante gli incontri abbiamo compreso che occorrono gli strumenti, il sapere non basta. Conosco un luogo magico, un luogo speciale immerso nella Natura selvaggia e incontaminata, un luogo interamente coltivato bio, sorvolato dall’aquila, percorso dal lupo, custodito dall’istrice, vi si ode il canto dell’acqua viva, i grandi spazi aperti rasserenano il cuore, è il mio luogo di cura, il posto dove amo rifugiarmi quando il mio corpo abbisogna di staccare dal tran tran quotidiano e fare il pieno di vitalità. In questo luogo diversi anni fa ho fondato una scuola di Cucina, ora vi invito a venirci con me  per il ponte del primo maggio per prepararci a star bene e godere insieme di corroboranti passeggiate volte al riconoscimento delle erbe spontanee, per imparare i “segreti” della cucina Natural Green, per vivere la scoperta del piacere di una buona tisana, e poter godere della bellezza di Madre Natura per riconnetterci ad Essa..
Abbiate cura di voi e sperimentate sempre! Un abbraccio dall’Erbana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *