Pranzo di Natale tra luci e profumi

Articolo scritto per il mensile Vivere sostenibile, pubblicato nel numero di dicembre 2015 – 

Sono lieta di condividere con voi queste ricette per preparare un pranzo di Natale goloso, semplice, colorato, profumato, all’insegna della gioia. Ricette leggere e goduriose, nel rispetto del nostro miglior amico, ovvero il nostro corpo che trasforma tutto ciò che decidiamo di introdurre in noi.. mangiamo attraverso i 5 sensi, quindi cosa, come, con chi e dove, hanno grande importanza quando si tratta di cibo! Le fondamenta della mia Cucina Natural Green si reggono sul cuore e sulle buone pratiche: per la spesa scegliete prodotti bio, sostenibili, etici, stagionali e magari anche a km zero.

Siete pronti? Innanzitutto vi consiglio di preparare la “BB di Bea”, ovvero una semplice briseè dai molteplici usi. Impastate 500 gr di farina con ½ c di sale e un pizzico di bicarbonato, un paio di C di olio evo e un paio di cucchiai di yogurt (mucca, soia, capra, a piacere vostro) stemperato con 200 ml di acqua circa. Risulterà un impasto morbido ed elastico con cui potrete preparare torte salate, streghette, “Creste di Drago”, strudellini e tanto altro!!

Ecco cosa potrete preparare con la brisè:

La “stellata” golosa, ovvero streghette coppate a forma di stella, cotte al forno, da spalmare con creme salate sfiziose, o con una crema di cannellini arricchita con un carpaccio di zucca speziata o filetti di caco ai fiori di lavanda.

Le patate speziate “nude e vestite”: riducete in purea 4 patate rosse cotte al vapore, conditele con olio, sale, il succo di 1\2 limone e un trito di erbe aromatiche . da una sfoglia di brisè ricavate delle sfogliatine tonde da riempire come se fossero dei piccoli saccottini tipo portamonete, o delle mezze lune a cresta di drago, o dei tortelli. Infornate a 180° per 20’. Col ripieno in eccedenza riempite un sac a poche e create delle roselline da cospargere con sesamo e nigella. Cuocere fino a completa doratura croccante. Golosissime!

Strudel salato: chiuso a ghirlanda darà un senso di festa. Il ripieno potrebbe esser a base di erbette e verdure invernali con pomodori secchi, aglio, sesamo, curcuma, olio evo e coriandolo. Cestini croccanti: in una teglia ds forno sistemate delle coppette o dei pirottini a pancia in giù e ricopriteli con dischetti di BB. Infornate per 7-8’ ottenendo delle cialdine a coppa. Lasciatele raffreddare.
Et voilà, splendide coppette di pasta per accogliere una bella misticanza di rucola, finocchio (coste e barba) , grassa gallina, pere, noci, ceci e chicchi di melagrana, accompagnata da una vinaigrette alla senape a base di Digione, miele, limone, buon olio Evo e aceto di mele.

Roselline in boccio: preparate un pesto, magari il pesto verde dell’Erbana. Poi spalmatelo con una crema morbida a base di yogurt o verdura sopra una sfoglia di BB, con gomasio o scaglie di mandorla. Arrotolate e tagliate a fette. Sistemate le fette in una teglia, l’una vicina all’altra in numero di 7, una centrale e sei in cerchio, parrà una rosetta. Infornate a 180° per circa 20’. Torta d’Erbe: Pulite le erbette dalle parti più coriacee, lavatele, scottatele per 5’ in padella coperte con l’aggiunta di un filo di acqua. Con la cottura in stufatura le erbe si cuociono velocemente senza disperdere le loro proprietà nell’acqua di cottura. Tagliatele al coltello e conditele con olio evo, sale, buccia di arancio essiccata* e semi di girasole. Usate questo trito di erbe per riempire due sfoglie di B.B. chiuse a erbazzone o per fare delle monoporzioni a forma di creste di drago, di saccottino, di tortello, sbizzarritevi nella forma del vostro sfizio salato! Infornatele, cuociono in fretta e non mancate di gustarle ancora tiepide. Golosissime!!

Tortelli zucca e castagne con burro, salvia e noci, accompagnati da fiori croccanti di broccoletti – Con la BB fate una sfoglia sottile, tagliatela a quadrati e riempitela con una purea di zucca e castagne ben condita, chiudete i quadrotti a tortelli e infornate. Sorprendenti!

Per portare calore ai nostri cuori vi consiglio di sbizzarrirvi scegliendo tra queste preparazioni :

Parmantier celestiale: cuocete al vapore 3 patate, rendetele in purea e irroratele con un paio di bicchieri di brodo vegetale, poi condite questa crema con sale e olio Evo, e una tazzina di panna, con quella vegetale verrà ottima. Versarla calda in una ciotola capiente che possa stare nella nostra mano e cospargere la vellutata con petali di fiordaliso. Adoro questo piatto per la sua dolcezza!!

Vellutata di zucca e noci: pulite e tagliate a quadrotti la zucca che avete intenzione di consumare. Mettetela sul fuoco a cuocere copertaa e con un paio di bicchieri di acqua. Dopo circa 15’ la vostra zucca sarà cotta. Salate e passate al frullatore. Una volta impiattata irrorare con un giro di olio evo. Ottima condita con aglio, salvia e zenzero. O con gherigli di noce appena scottati. Questa crema rinfranca lo spirito e fa bene al cuore. Se amate le zuppe potreste provare anche una crema di porro e cavolo nero, oppure la zuppa di cavolfiore e zafferano, la modalità di preparazione è sempre la stessa  Un bel risotto ai carciofi, alla zucca o ai funghi , sformato ad anello, vi farà fare un figurone!

Ghirlanda di riso: cuocete del riso integrale, poi conditelo con un filo di olio evo a crudo, sale e a piacere una spolverata di curcuma. Disponetelo in un anello da budino. Capovolgete in un piatto di portata e condite come preferite.

Ragù di carciofi: mondate e tagliate sottilmente 2 bei carciofi. Metteteli in padella con uno spicchio di aglio, un dito di acqua e un filo di olio evo. Saltateli in padella a fuoco vivo e verso fine cottura salate e pepate. A fuoco spento cospargere con un trito di prezzemolo.

Ragù di Zucca: mondate e tagliate a cubetti una zucca. Mettetela in padella con uno spicchio di aglio, un dito di acqua e un filo di olio evo. Tiratela a fuoco vivo e verso fine cottura salate e spolverate con una manciatina di coriandolo. Capelli d’angelo in brodo al profumo di limone e zenzero: Impastate acqua e semola, tirate una sfoglia grossolana. Fate dei tagliolini e cuoceteli in acqua salata dove avrete fatto sobbollire un pezzetto di radice di zenzero. Una volta che avrete impattato i vostri tagliolini spolverateli con un trito di buccia di limone bio. Piatto corroborante e ottimo per affrontare le infreddature invernali.

Se amate le lasagne provate a costruirne velocemenente una col pane carasau spalmato con una vellutata di cavolo nero e croccantezza di castagne e noci. Oppure sbizzarritevi creando una millefoglie sempre di carasau ai profumi dell’orto invernale, una dadolata di verdure scottate: porri, broccoletti, cavoli, zucca, patate, pomodori secchi, erbe e spezie. Il tutto condito con un dressing a base di olio evo, senape, sale e limone. Golosissima!!

Con un bel piatto di patate profumate al rosmarino e dorate al forno o di carote glassate al sesamo e miele farete felici tutti, grandi e piccini. Per le feste tenete sempre presente anche i bambini, è importante far felici tutti quando ci si siede a tavola, tutti siamo stati bambini e sappiamo come sia sgradevole non trovar nulla di nostro gradimento durante un pranzo di famiglia.. basta poco per far felice un cucciolo, ed è attraverso il cibo che manifestiamo la nostra capacità di sapere e potere scegliere.

E dulcis in fundo: piccoli “tartufini” di frutta secca chiuderanno in bellezza il pranzo di Natale, li chiamo I Dolcetti dell’amicizia, sono buoni al punto di dover chiudere gli occhi e godere di ogni sapore che si apre al palato mentre li si assapora dolcemente.. fatene sempre qualcuno in più da portare in dono agli amici! Farete un figurone!! Inusuali, dolci, ma non stucchevoli, sani e nutrienti!! Ho scoperto che accompagnati da una spezia particolare erano uno dei medicamenti usati da Cosimo de Medici! Ah che tempi quando il cibo era visto anche come medicina!! Tritare nel mixer mandorle, nocciole o noci. Aggiungete datteri snocciolati o albicocche, prugne o fichi secchi e uvetta, tanta uvetta. Fate delle palline e spolverarle a piacere col gomasio, con granella di mandorle, con il cacao amaro, con scaglie di cocco, o canapa decorticata, con granella di fiori secchi e polvere di cinorrodo di rosa canina, con polvere di buccia d’arancio e cannella. Sbizzarritevi!!

Magari accompagnati da un candido Biancomangiare profumato alla rosa : mettete in un tegame un litro di latte di mandorla, 6 cucchiai di zucchero di canna chiaro, 4 cucchiai di amido di mais e 4 cucchiai di farina di mandorle. Portate a bollore e fate sobbollire per qualche minuto finchè non sentite che inizia ad addensare. Ora aggiungete 2 cucchiaini rasi di agar agar, stemperatelo bene. Togliete dal fuoco e profumate il composto con acqua di rose e petali di rosa. Versatelo in pirottini o meglio ancora in una teglia da plumcake, magari di vetro. Sul fondo avrete disposto fiori o granelle a piacere. Servire capovolgendo il dolce e guarnire con sciroppo di fiori o marmellata di frutti rossi o con la mia splendida A.Morosa, la conserva di more.

Proteste optare per un dolce poco dolce, semplice e di veloce esecuzione, bello da vedersi e gradito a tutti i palati, le mie Roselline di mele: tagliate a fettine un paio di mele, profumatele con cannella, zucchero di canna, il succo e la buccia di un limone, uvetta e mandorle. Disponetele a raggiera componendo una rosa su un disco di bb posizionato in un pirottino da forno, e cospargete con qualche grano di pepe rosa. Infornare per 10’ circa. Belle, buone e veloci!!

Non dimenticate di annaffiare il vostro magico pranzo con le acque profumate dell’Erbana, semplici brocche di acqua Viva contenente un rametto di aromatiche, ci rammentano di sorridere ed esser lieti.

Che Natale sia un dono di amore e il cibo è un linguaggio che esprime il nostro grazie alla Vita e alle persone che amiamo. Sperimentate sempre e abbiate cura di voi, tanti auguri di buon Natale!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *