La schiaccia ai fiori

Schiaccia  ai fiori di sambuco, conosciuta come schiaccia dell’Erbana.

Se volete vedere la realizzazione pratica di questa ricetta , gustatevi il video girato da  Geo&geo  a Bertinoro, dal 30′ del video potete vedermi a spasso con Monica Fantini a coglier e a cucinare questi fiori meravigliosi.

Se invece andate di fretta, eccovi qua la ricetta.

Il polline del sambuco ha proprietà fermentative, quindi per impastarla occorre poco lievito.

La Schiaccia ai fiori di sambuco: fate un impasto di partenza tipo pane per pizza: sciogliete il vostro lievito in acqua tiepida, unite un cucchiaio di farina e 1 cucchiaio di miele. Mischiate bene e lasciate a lievitare coperta e lontano dalle correnti. Quando comincia a fare le bolle ed a crescere è pronto per sposarsi con gli altri ingredienti. Ci vorranno circa 20’. In passeggiata avrete raccolto almeno una dozzina di corolle di fiori bianchi di sambuco, ripuliteli dal gambo. Seconda fase: in una ciotola capiente mettete 1 kg di farina unite l’impasto di partenza, i fiori di sambuco, il sale e l’olio extravergine di oliva. All’occorrenza aggiungete un po’ di acqua tiepida. Lavorarlo bene. Copritelo e mettetelo a lievitare al caldo per un’oretta circa. Infarinate una teglia, stendetevi sopra la schiaccia, oliatela e condite col sale medio di Cervia. Infornare a 180° per 20’.

Questo “pane” meraviglioso rappresenta un momento di festa in alcune parti d’Italia, a Marradi per esempio in questo periodo chi impasta la schiaccia al sambuco la va poi a cuocere al forno del paese, me lo raccontava una mia compagna di scuola alberghiera ben 35 anni fa, lei veniva da lì.. chissà se lo si fa ancora!! Ciao Elisabetta!!

Sperimentate e fate vostra la ricetta, il pane, le pizze, le schiacciate, i cibi panosi richiedono ricette personalizzate, voi create la vostra schiaccia! Un abbraccio dall’Erbana, una selvatica in cucina!! :-)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *